Tel: +39 0398880666 [email protected]

Con l’avvento dei social media, il panorama delle strategie di marketing e comunicazione per la promozione di un ristorante è cambiato moltissimo. Se fino a 10-15 anni fa per scegliere il locale dove andare a mangiare ci si affidava al passaparola o ai menù esposti fuori dal locale, oggi i clienti prima di prenotare vogliono leggere le recensioni su internet e guardare i suoi profili social.

 

Online, esistono infatti diverse piattaforme in cui gli utenti possono inserire la valutazione dei ristoranti e raccontare la loro esperienza. Chi opera nel campo della ristorazione deve quindi saper gestire la propria presenza online, rispondendo alle recensioni e dedicando del tempo alla cura dei social media.

 

Questo vale ancora di più se il target a cui ci si rivolge è composto principalmente Millennial e Gen Z. Chi, come loro, trascorre parecchio tempo sui social e li utilizza come strumenti per informarsi, li sfrutterà anche per scegliere la pizzeria in cui cenare il prossimo sabato sera.

 

Sui profili social i ristoranti hanno la possibilità di condividere le foto dei loro piatti, specialità fuori menù, comunicare eventuali chiusure o aperture straordinarie e tanto altro ancora. A volte i social possono facilitare anche il processo di prenotazione: grazie ai loro sistemi di messaggistica diretta facilitano la comunicazione tra i clienti e il ristorante.

 

Pianificare la comunicazione di un ristorante o di una caffetteria sui social è fondamentale, perché permette di esprimere al meglio il concept del locale, rivolgersi direttamente al target di riferimento e farsi conoscere da potenziali clienti.

 

Continua la lettura di questo articolo per scoprire quali sono le strategie social più efficaci nel campo della ristorazione.

ristorante social

Social per ristoranti: perché sono importanti e quali piattaforme scegliere

 

Tra i tanti investimenti che un’attività di ristorazione richiede, c’è anche quello di curare la presenza sui social. Avere un sito internet non basta più: per stare al passo con i competitor è necessario cercare di capire come presentarsi al meglio online, su tutte le piattaforme.

 

Se hai un’attività di ristorazione, essere sui social di permetterà di:

 

  • Raccontare ai tuoi follower l’esperienza che potranno vivere nel tuo locale, attraverso immagini e descrizioni. I social, con tutte le loro funzioni sempre più interattive e coinvolgenti, sono uno strumento molto potente con cui comunicare il concept, la filosofia e la storia del tuo locale.

 

  • Farti trovare più facilmente da potenziali clienti. Potrebbe sembrare banale, ma a volte basta una sponsorizzata o l’hashtag giusto per attirare l’attenzione di utenti in target. Sarà poi merito dei contenuti pubblicati se sceglieranno di seguire la tua pagina e farti visita.

 

  • Interagire con i follower e accogliere suggerimenti e miglioramenti da parte dei clienti. Intorno a un profilo social costantemente aggiornato con contenuti di qualità non tarda a crearsi una community. Starà poi a te cercare di interagire con i tuoi (potenziali) clienti e usare il mezzo per raccogliere feedback e richieste per migliorare la tua offerta e le strategie di marketing.

 

Ma quali sono le piattaforme social su cui conviene investire per un ristorante? Quando si lavora su una strategia è infatti importantissimo operare una selezione mirata dei canali social e scegliere soltanto quelli su cui è presente il target di riferimento.

 

Per le attività che operano nel campo della ristorazione ci sono sicuramente alcuni strumenti che è bene utilizzare in ogni caso e altri, invece, che non sono adatti a tutte le attività. Vediamo più nel dettaglio.

social ristorante

Tripadvisor e Google MyBusiness

Non si tratta di social media “tradizionali” ma sono due strumenti indispensabili per chi ha un business nell’ambito della ristorazione, perché sono i primi luoghi virtuali in cui si cerca un locale o si leggono le recensioni.

 

È quindi importante assicurarsi di essere presenti su entrambi e monitorarli costantemente per segnalare eventuali variazioni all’orario, al menù (ad esempio, se sono state fatte delle aggiunte vegan o gluten free è bene comunicarlo) e rispondere alle recensioni.

 

È sempre una buona pratica ringraziare i clienti e raccogliere i loro feedback, anche quando non sono proprio positivi.

 

Facebook

Le pagine su Facebook oggi non hanno più molta visibilità, a meno che non le si sponsorizzi. Anche se la tua strategia non prevede un investimento pubblicitario sul social bianco e blu, conviene comunque realizzare una pagina Facebook con tutti i contatti del locale, qualche foto e il menù aggiornato, nel caso in cui qualche utente ti cercasse da lì.

 

Instagram

Quando si parla di strategie social ristoranti, Instagram è sicuramente la piattaforma a cui si pensa subito, perché permette di dare grande valore alle fotografie dei piatti.

 

Oggi la piattaforma è parecchio satura: bisognerà creare quindi un piano editoriale ad hoc che alterni immagini appetitose, curiosità sulla storia del locale e infografiche sugli ingredienti utilizzati. Ogni foto andrà accompagnata dai giusti hashtag, per aiutarla a circolare.

 

Infine, Instagram per i ristoranti è anche uno strumento molto utile per creare engagement e invitare gli utenti all’interazione tramite i commenti e le stories.

 

TikTok

È il social del momento, il luogo dove nascono trend virali e in cui i creators non sono più soltanto ragazzi under 20 ma anche negozi, imprese e addirittura grandi compagnie che hanno deciso di sfruttare le potenzialità dei video per entrare nel cuore dei loro clienti.

 

Il settore del food&beverage spopola su TikTok e molte aziende nel settore hanno deciso di aprire un profilo. Noi ti consigliamo di non focalizzarti su questo social se non hai sufficienti risorse e tempo da dedicare (fare i video cavalcando l’onda dei trend non è un processo immediato) ma di puntare piuttosto sulle altre piattaforme.

social per ristoranti

Cosa fa un ristorante sui social? Due case studies

 

Una strategia social studiata nel dettaglio è capace di dare una grossa spinta al marketing e alla comunicazione di un locale, soprattutto se si tratta di una nuova apertura. I social sono lo strumento più adatto per annunciare l’avviamento di una attività nel campo della ristorazione e per iniziare a creare un dialogo e un confronto con il target di riferimento.

 

Analizziamo alcuni ristoranti che hanno acquisito notorietà e fama proprio grazie a una brillante e originale presenza sui social.

 

Miscusi

Miscusi è il pasta restaurant nato a Milano dall’idea di due giovani ragazzi. Alla base c’è la voglia di dare vita a un ristorante dedicato esclusivamente alla pasta, unendo la qualità e la storia della tradizione con elementi di modernità.

 

Il potenziale di questa idea, semplice ma innovativa, è stato sfruttato anche a livello comunicativo per differenziare il brand e dargli un posizionamento preciso.

 

Sulla pagina Facebook @miscusi.official i contenuti hanno una qualità professionale (lo capiamo dalle foto, realizzate con inquadrature interessanti e particolari, volte a evidenziare la ricchezza dei piatti) e vengono pubblicati in modo costante.

 

Il profilo Instagram @miscusi.family riprende le stesse foto utilizzate su Facebook. Il lavoro portato avanti con le stories è notevole: sono proposte diverse rubriche con grafiche e animazioni appositamente realizzate. Su Instagram vengono sfruttati anche i video di IGTV per caricare alcuni spezzoni ripresi dal canale YouTube del ristorante.

 

Beato Te

Beato te si è aggiudicata il titolo di pizzeria più instagrammata del 2019 dalla pagina Mostgrammed, che mette confronto diverse attività basandosi sui dati ufficiali Instagram.

 

Si tratta di una pizzeria gourmet con cucina che ha aperto nel 2018 a Milano e fin da subito ha cominciato a utilizzare i suoi canali social non solo per mostrare i suoi golosissimi piatti e comunicare la sua filosofia, ma anche per promuoversi attraverso l’influencer marketing.

 

Fin dai primi mesi di apertura, infatti, il locale ha coinvolto nella sua promozione personaggi molto seguiti sui social dal suo target di riferimento, riuscendo così a trasformarsi in una delle pizzerie preferite dai giovani milanesi e turisti in visita alla città.

 

L’attività sui social si è evoluta nel corso degli anni, assecondando i trend del momento. Oggi Beato te ha anche un canale Tiktok (@beatotemilano) che aggiorna costantemente, con quasi 200mila follower.

 

Come vedi, la ristorazione è un settore che beneficia molto della presenza sui social, ma per realizzare un piano editoriale efficace e ottenere dei ritorni sull’investimento, è necessario studiare a fondo il mercato di riferimento e i competitor.

 

Se desideri migliorare l’appealing dei profili social del tuo ristorante e renderli più curati e professionali, rivolgiti a una web agency specializzata come Matic Web.

Call Now Button