Tel: +39 0398880666 [email protected]

Oggi viviamo in un mondo iperconnesso, in cui i social media fanno parte della nostra dieta mediatica quotidiana. Proprio per questo motivo se hai un’azienda, vendi un prodotto o stai avviando un progetto personale è fondamentale capire quali sono le migliori strategie social.

Utilizzare i social media è semplice e divertente, quando se ne fa un uso personale. Ma sappiamo bene che questi strumenti, se sfruttati correttamente, hanno un grande potenziale anche per le aziende. Essere presente sulle giuste piattaforme ti permette di intercettare il tuo target e aprire uno spazio di dialogo preferenziale e dinamico con un bacino di potenziali clienti.

Il tempo speso per la gestione dei social sembra quindi essere davvero un investimento interessante per aziende e imprenditori. Tuttavia, per ottenere dei risultati misurabili, rilevanti e definibili nel tempo è necessario lavorare in maniera organizzata ed elaborare strategie social funzionali alla tua tipologia di business.

Se anche tu desideri migliorare la tua presenza sui social e orientarti in modo più chiaro tra le diverse piattaforme, continua la lettura di questo articolo. Analizzeremo insieme le migliori strategie di social mediamarketing e ti aiuteremo a capire come muovere i primi passi.

Strategie social

Strategie social media: A cosa servono?

Ti è mai capitato di vedere profili social, utilizzati in modo professionale, abbandonati o con contenuti postati in maniera discontinua? Purtroppo questo accade quando non si sviluppano strategie social adeguate. Essere presenti sui social in questo modo, però, non solo non ti permette di concretizzare i tuoi obiettivi di marketing ma potrebbe creare anche un danno all’immagine della tua azienda.

Elaborare un progetto di comunicazione, studiato appositamente per il contesto “social”, è la chiave per riuscire ad apparire competenti, professionali e disponibili al dialogo con gli utenti.

 Attraverso strategie social ben definite potrai definire il tipo di contenuti da pubblicare, la frequenza e identificare il linguaggio con il quale ti vuoi proporre (che dovrà essere adeguato alla piattaforma e coerente con il tone of voice del tuo brand). Ciò è fondamentale per concretizzare i tuoi obiettivi di marketing.

A livello pratico, tutto ciò vuol dire gestire i canali social lasciando da parte l’improvvisazione e la fantasia del momento. A livello pratico, dovrai:

  • definire gli obiettivi;
  • definire il target;
  • scegliere le piattaforme su cui essere presente;
  • scelta del tone of voice da utilizzare;
  • scelta della tipologia di contenuti.

 Infine, è necessario prevedere delle scadenze (settimanali, mensili, ecc.) con cui monitorare le performance e i risultati ottenuti. In base alle interazioni, ai nuovi follower e ai like ricevuti avrai un’idea di che cosa funziona meglio e impostare il successivo piano editoriale inserendo i contenuti che gli utenti hanno apprezzato di più.

strategie social

Facebook, Instagram, LinkedIn: dov’è il pubblico di tuo interesse?

Abbiamo quindi compreso che gestire un profilo social aziendale non è una passeggiata, ma richiede una stretta pianificazione, attenzione ai dettagli e un pizzico di creatività. Proprio per questo motivo è impensabile (oltre che inutile) pensare di poter essere presenti su tutte le piattaforme.

Noi consigliamo di realizzare contenuti crossmediali, ovvero che possono essere adattati e sfruttati su più di un social, ma questo non vuole dire che bisogna essere postare ovunque, indistintamente. Avere profili sui social più disparati non ti apre più possibilità, al contrario ti ruba energie che, invece, dovrebbero essere focalizzate sulle piattaforme in cui il tuo target è più presente.

Fai quindi un passo indietro e frena i facili entusiasmi che spesso seguono la nascita di una nuova piattaforma. Chiediti innanzitutto se su quel social che tanto ami è presente il pubblico di tuo interesse: ad esempio, se il tuo target è la Gen Z (giovani nati tra il 1997 e il 2010) allora può avere senso studiare una strategia ad hoc per TikTok. Se, al contrario, ti rivolgi a imprenditori nel settore B2B, sarà più semplice intercettare le persone interessate al tuo brand su un social come LinkedIn.

Strategie social media

Strategie social media: Piano editoriale

Abbiamo accennato prima al piano editoriale, definendolo come uno degli elementi cardine per tutte le strategie social media marketing. Ma di che cosa si tratta?

Il piano editoriale è uno strumento di programmazione (settimanale, mensile, annuale) con cui è possibile stabilire quali contenuti postare, quando farlo e su quali piattaforme. Spesso è un foglio Excel diviso in celle in cui si evidenzia giorno per giorno cosa si andrà a pubblicare.

È un elemento imprescindibile per organizzare al meglio i post e avere una visione d’insieme del lavoro che si andrà a fare nel prossimo futuro sui profili social. Una pianificazione di questo tipo è fondamentale per non presentare ai tuoi follower sempre gli stessi contenuti e rischiare che si stufino di seguirti. 

Grazie al piano editoriale, infatti, potrai ideare delle rubriche con cadenza settimanale, in modo da mantenere il focus sugli aspetti del tuo brand che ti interessa mettere in evidenza e garantire al tempo stesso una varietà nei post.

Ad esempio, se sei un graphic designer freelance e vuoi sfruttare le piattaforme social per sponsorizzare la tua attività e farti conoscere, potresti ideare un piano editoriale in cui si alternano:

  • contenuti legati al tuo portfolio;
  • progetti creativi personali;
  • post “recensioni”, in cui lasci spazio ai feedback dei tuoi clienti.

Questi sono solo alcuni esempi, ma come vedi è sufficiente tenere a mente i tuoi obiettivi e dare spazio alla creatività per ideare un piano editoriale variegato ed efficace.

Strategie social media

Strategie di social media marketing: Quanto budget investire?

Per lavorare con i social media e farli diventare uno strumento con cui acquisire nuovi clienti e far conoscere i tuoi prodotti e servizi non è uno scherzo. Servono costanza, tempo e dedizione. Ma non bisogna dimenticare l’investimento economico!  

Oggi, infatti, la maggior parte delle piattaforme non ti garantisce sempre una grande visibilità organica. Questo significa che pubblicare i post con eventuali hashtag e aspettare che incomincino a “girare” autonomamente non è più così semplice, soprattutto su piattaforme come Facebook e Instagram.

Per dare visibilità ai tuoi contenuti è fondamentale avere un certo budget da investire in pubblicità, per sponsorizzare i tuoi post, il tuo profilo e le tue stories. Anche gli investimenti pubblicitari andranno elaborati con criterio e sul lungo periodo, senza improvvisazioni. 

Utilizzare le piattaforme social può essere semplice e divertente se lo si fa a livello personale, ma se li si vuole sfruttare come strumenti di business per aiutare la tua impresa a vendere di più, può essere utile rivolgersi a un professionista del settore. La giusta web agency si occuperà dei social del tuo brand e ti aiuterà a sviluppare un piano editoriale coerente e funzionale ai tuoi obiettivi. Contatta il team di Matic Web per saperne di più.

Call Now Button