Tel: +39 0398880666 [email protected]

Le campagne di Facebook Ads sono uno strumento di marketing sempre più utilizzato, grazie al loro costo contenuto e all’incredibile precisione con cui è possibile targettizzare il pubblico.

 

Sono ormai lontani i tempi in cui le piattaforme social erano utilizzate esclusivamente dagli utenti per condividere fotografie, pensieri e rimanere in contatto con la propria cerchia di amici e conoscenti. Oggi i social sono diventati uno dei mezzi preferiti dalle aziende per sponsorizzare i propri prodotti e servizi.

 

Gli strumenti di gestione delle inserzioni, con cui si possono sponsorizzare i post, sono piuttosto user friendly e anche chi è un professionista del settore del digital marketing riesce senza troppe difficoltà a creare un proprio annuncio.

 

Questo ha permesso non solo a grandi brand ma anche a microimprese, imprenditori, liberi professionisti e PMI di dare maggiore visibilità alla propria attività e ottenere buoni risultati da questo investimento.

 

Ovviamente, se sponsorizzare un post è un’attività molto semplice e alla portata di chiunque sia in grado di smanettare un po’ con i social, per impostare una strategia pubblicitaria che permetta di ottenere dei ritorni costanti nel tempo è necessario avere qualche nozione in più di marketing.

 

Se vuoi migliorare le performance delle tue inserzioni social o se vorresti iniziare a sponsorizzare i tuoi post, continua la lettura di questo articolo! Abbiamo creato una breve guida per darti un aiuto ad orientarti nel mondo delle inserzioni social.

Facebook Ads: come funziona? Identificare gli obiettivi

Le Facebook ads sono degli annunci display che puoi scegliere di far comparire anche sulle altre piattaforme social di Zuckerberg, come Instagram, ma anche su app esterne o siti web grazie al sistema Audience Network.

 

Prima di partire operativi, è necessario definire l’obiettivo della propria campagna pubblicitaria. “Voglio che il pubblico conosca i miei prodotti tramite i miei post!” è un’affermazione un po’ troppo vaga, che non ti permetterebbe di ottenere i risultati che desideri.

 

Per evitare di perdere il denaro che hai investito, occorre spendere un po’ più di tempo per identificare il tuo obiettivo. Cosa ti interessa che il tuo pubblico faccia, in questo momento? Ecco alcuni esempi per aiutarti a definire il tuo obiettivo:

 

  • Vuoi farti conoscere da chi ancora non sa dell’esistenza del tuo brand (campagna di awareness);
  • Vuoi generare leads per avere più iscritti alla newsletter (campagna di lead generation);
  • Vuoi che gli utenti che già conoscono il brand interagiscano maggiormente con te (engagement).

 

A seconda dei risultati che desideri ottenere, la tua inserzione avrà delle caratteristiche ben specifiche a livello di testo, grafica e di impostazioni. Nella piattaforma di gestione inserzioni di Facebook, quando se ne crea una nuova, la prima cosa che va fatta è proprio selezionare l’obiettivo della campagna.

 

In particolare, Facebook raggruppa gli obiettivi in 3 macro categorie:

 

  1. Notorietà del brand: da selezionare per chi desidera aumentare l’awareness del proprio brand o farsi conoscere a nuove fette di mercato;

 

  1. Considerazione: questo tipo di campagne permettono di aumentare le interazioni del pubblico con il brand;

 

  1. Conversione: annunci di questo tipo sono perfetti per un target che già conosce il brand e deve soltanto più essere spinto a rispondere alla call to action finale, che nella maggior parte dei casi è la vendita di un prodotto.

 

Per selezionare il proprio obiettivo è necessario comprendere in che momento del customer journey si trova il target a cui vuoi rivolgerti. Grazie all’incredibile mole di dati sui suoi utenti, Facebook ti permette di customizzare al meglio il pubblico dei tuoi annunci e con i suoi meccanismi di remarketing, puoi raggiungere anche persone che hanno visitato il tuo sito web in precedenza.

 

Per comprendere come scegliere il giusto target per la tua campagna, continua a leggere al paragrafo successivo.

 

facebook ads | facebook business

Selezionare il tuo target per le sponsorizzate su Facebook

 

Così come per la definizione dell’obiettivo, anche per la scelta del target la piattaforma Facebook ti permette di scegliere tra diverse opzioni di targettizzazione: in questo modo, potrai ottimizzare al massimo l’investimento e i tuoi annunci saranno visti esclusivamente da utenti pertinenti.

 

È proprio questa precisione nell’individuazione del target il punto di forza delle campagne social! Ecco come puoi segmentare il pubblico per le tue campagne:

 

  1. Se desideri rivolgerti a un pubblico nuovo, potrai definirlo in maniera molto, molto precisa, perché Facebook ti dà la possibilità di creare un target sulla base di criteri socio-demografici specifici.

 

  1. Se desideri rivolgerti a un insieme di persone che ha già interagito con il tuo brand, allora puoi creare un pubblico personalizzato, riprendendo ad esempio le persone iscritte alla tua newsletter, che hanno già visitato il tuo sito, la tua app o hanno messo like alla pagina Facebook.

 

  1. Una terza opzione interessante è il pubblico simile: Facebook creerà per te un target analogo a partire dal tuo pubblico di riferimento. Con questa strategia potrai farti conoscere da nuovi utenti, che hanno caratteristiche imprescindibili per ma che ancora non ti conoscono.

 

In base alle variabili selezionate per definire il tuo target, il tuo pubblico potrà essere più o meno ampio. Attenzione! Non sottovalutare questa informazione, perché mostrare la tua inserzione a un pubblico troppo ristretto o, al contrario, troppo ampio, potrebbe non garantirti i risultati che desideri.

Facebook ads: come strutturare le campagne

 

La gestione delle Facebook ha una gerarchia particolare e potrebbe apparire un po’ caotica a chi si approccia per la prima volta al mondo delle inserzioni sui social. Ma non lasciarti intimorire: basta capire bene la logica che c’è dietro per riuscire a destreggiarsi con facilità e iniziare così a creare le tue inserzioni.

 

La gerarchia è suddivisa in tre livelli:

  1. Campagna;
  2. Gruppo di inserzioni;
  3. Inserzione

 

A livello della campagna si sceglie l’obiettivo, che sarà poi comune anche ai gruppi di inserzioni e alle single inserzioni. Al livello successivo, è invece possibile differenziare il target, il budget e l’orario di programmazioni a seconda del gruppo di inserzione considerato. Infine, è possibile lavorare sulle singole inserzioni modificando il copy e le grafiche in base al target e all’orario di pubblicazione.

 

Il sistema, che a una prima occhiata può sembrare di difficile comprensione, in realtà è molto intuitivo e permette di partire da un unico obiettivo (la campagna) differenziando però man mano che si scende di livello, alcune specifiche.

 

Questo ti permette di ideare un’unica campagna con un obiettivo per preciso ma differenziare gli annunci al suo interno in base ad ulteriori parametri, come il target, il budget, l’orario di pubblicazione e la geolocalizzazione.

 

L’intero processo ti darà modo di vedere quali annunci hanno performato meglio e come ti conviene quindi impostare, in futuro, le tue inserzioni, per ottimizzare il budget.

 

L’universo delle Facebook Ads è davvero sconfinato: in questo articolo abbiamo fatto soltanto una breve introduzione, ma continua a seguire il nostro blog: pubblicheremo altre guide per aiutarti a destreggiarti del mondo dell’adv online!

 

Nel frattempo, se hai bisogno di un aiuto professionale per migliorare le tue campagne, contatta una Web Agency specializzata come Matic Web!

Call Now Button