Tel: +39 0398880666 [email protected]

Quando si parla di presenza sui social, la piattaforma che viene subito in mente è Instagram. Ormai quasi tutte le aziende e anche i piccoli brand hanno un profilo Instagram aziendale e sfruttano i vantaggi offerti da questo strumento di comunicazione per sponsorizzare i prodotti, creare interazione con i follower e raccontare la propria storia e i propri valori.

 

Instagram è un social media nato nel lontano 2010 per condividere le fotografie scattate con lo smartphone in formato 1:1, magari dopo averle arricchite con un bel filtro e corredandole di qualche hashtag. La piattaforma incomincia ad acquistare sempre più successo tra gli utenti e il suo pubblico si allarga sempre di più: nel 2012, quando gli utenti sono 30 milioni, Facebook decide di acquistarla.

 

Da quel momento in poi conosciamo un po’ tutti la storia dell’applicazione. Le funzioni di Instagram aumentano: dal 2013 si possono caricare anche brevi video e nel 2015, sull’onda del successo di Snapchat, nascono le stories, ovvero post della durata di 24 ore che oggi rappresentano una delle features più apprezzate.

 

Il pubblico, soprattutto dei giovani e dei giovanissimi, nel corso degli anni ha iniziato a spostarsi: se tra il 2008 e il 2011 era Facebook il social su cui i ragazzi passavano più tempo, Instagram gli “ruba” questo primato. Le aziende cominciano quindi a sfruttare la nuova piattaforma per diversificare la propria presenza online.

 

Oggi Instagram non è un’app utilizzata soltanto dai ragazzi: nel 2021, la piattaforma contava oltre 500 milioni di utenti attivi ogni giorno. Le aziende, consapevoli di questo cambio di rotta, hanno dunque investito e lavorato per migliorare la loro presenza su questo social e creare contenuti funzionali alle sue caratteristiche.

 

Se hai un brand o un’azienda e vorresti migliorare la tua presenza su Instagram, continua la lettura di questo articolo!

Perché creare un profilo Instagram business?

 

Sono tantissimi i motivi per cui oggi vale la pena essere presenti su questa piattaforma. A meno che il tuo business non faccia parte davvero di una nicchia molto specifica, che non trova terreno fertile sui social, il nostro consiglio è quello di non lasciarti intimidire e di provare a costruire una strategia. Non serve strafare, inizialmente: basta prendere i principali aspetti dei prodotti o servizi che offri e cominciare a comunicarli attraverso dei post chiari, semplici ed efficaci.

 

Sono lontani i giorni in cui Instagram era soltanto una sorta di album dei ricordi virtuale: crescendo, la piattaforma ha messo a disposizione degli imprenditori tante funzionalità che possono essere davvero utili a un’azienda o a un libero professionista per autopromuoversi.

 

Innanzitutto, il feed di Instagram ha un impatto visivo molto forte: è uno strumento che va assolutamente sfruttato per fare branding, creando uno storytelling aziendale fatto soprattutto di immagini, ma anche testi e hashtag.

 

Già dalla cosiddetta “bio”, ovvero la breve descrizione da inserire in alto sotto all’immagine del profilo è possibile utilizzare parole, emoji e link per comunicare in breve chi sei, cosa fai e qual è la tua mission. Quando crei il profilo, Instagram ti dà la possibilità di scegliere l’opzione “business”: in questo modo, oltre alle classiche funzioni, potrai anche avere dei bottoni per essere contattato direttamente via mail dalla bio in un click e la possibilità di accedere alle analytics.

 

Quest’ultimo aspetto è fondamentale, perché quando si usa uno strumento con un fine di marketing e comunicazione, misurare i risultati ottenuti e aggiustare il tiro in base ad essi è importantissimo. Grazie alle analytics, Instagram ti dà la possibilità di conoscere vari parametri che ti saranno utili per capire quali contenuti performano meglio e agire di conseguenza.

 

Su Instagram, inoltre, puoi sponsorizzare i tuoi contenuti e quindi raggiungere una nuova fetta di mercato che, sulla base di età, interessi e geolocalizzazione, potrebbe essere interessata al prodotto o al servizio che offri.

 

Infine, non va dimenticato che un social veloce e immediato da utilizzare come Instagram è il luogo perfetto per creare una community e dialogare con i propri followers. Con i giusti post e un copy studiato, sarà semplice ottenere commenti ed engagement. Ovviamente, per creare una community vivace ed educata è necessario che il profilo sia gestito in maniera professionale e costantemente monitorato. Vediamo come è possibile farlo al paragrafo successivo.

social media trends | social media manager | piano editoriale social | profilo instagram aziendale | instagram business | instagram per le aziende

Le caratteristiche di un profilo Instagram per le aziende

 

Un profilo Instagram aziendale è in grado di portare dei risultati considerevoli a livello di brand awareness, engagement e aumento delle visite al sito e delle vendite soltanto se lo si gestisce in maniera professionale e continuativa nel tempo. Ma cosa significa?

 

I social media possono essere uno strumento di svago e divertimento se utilizzati a livello personale, ma nel momento in cui li si sfrutta per fini di marketing è necessario investire parecchio tempo e denaro per la creazione e sponsorizzazione dei contenuti.

 

Come prima cosa, se non hai a disposizione del materiale grafico e fotografico professionale e curato in ogni dettaglio, rivolgiti a una figura esterna per fare degli scatti nuovi. Sono cambiati tanti aspetti da quando questa app è ventuta alla luce, ma una cosa non è mutata nel tempo: la centralità dell’immagine.  Quindi, come prima cosa, procurati foto, video e grafiche professionali per creare un feed piacevole esteticamente.

 

Dopodiché è importante prestare attenzione ai contenuti testuali. La bio va curata nel dettaglio: sono le prime righe che i potenziali follower leggeranno e devono riuscire a sintetizzare chi sei, cosa offri e qual è il tuo sito web.

 

Attenzione particolare va data agli hashtag: non ne vanno utilizzati troppi e bisogna evitare di usarne alcuni che Instagram penalizza, perché correlati a contenuti ritenuti inappropriati. Rimani sempre aggiornato per sapere quali sono questi hashtag ed evitarli accuratamente.

 

Gli ultimi consigli che ti diamo riguardano invece la community: sii sempre presente e cerca di moderare il profilo. Questo significa che è necessario che tu risponda ai commenti (sì, anche a quelli negativi, non vale cancellarli! Ne abbiamo parlato nel nostro articolo sul Crisis Management), ai Direct Message e che intervenga in caso nascano situazioni di tensione tra gli utenti.

 

Ovviamente, alla base di tutto ciò, ci devono essere dei contenuti interessanti, informativi e di valore. Nel prossimo paragrafo ti suggeriamo qualche strumento per migliorare i tuoi post e l’organizzazione del tuo piano editoriale.

crisis management social media | gestire una crisi sui social

Come rendere più professionale il profilo: suggerimenti e strumenti utili

 

Sul web esistono tantissime risorse con cui puoi migliorare il tuo profilo e rendere più agevole il processo di pubblicazione. Abbiamo raccolto qui quelle che ti potrebbero essere utile per realizzare un piano editoriale in grado di suscitare l’interesse dei tuoi follower!

 

Canva

Canva è una piattaforma con cui puoi realizzare delle grafiche e delle animazioni che possono aiutare a strutturare in maniera più piacevole il tuo feed e le stories. Ad esempio, se desideri creare un post carosello con tutte le informazioni su un prodotto o un servizio, su Canva trovi diversi modelli personalizzabili. È uno strumento semplice da usare, che non sostituisce però il lavoro di un grafico professionista. Noi ti consigliamo di sfruttarlo per fare piccoli interventi di grafica o realizzare qualche storia più simpatica.

 

Emojipedia

A volte realizzando il piano editoriale da pc e scrivendo i testi ti sarà capitato di pensare “qui ci vorrebbe proprio una bella emoji!” Su Emojipedia puoi trovare tutte le emoji disponibili e fare facilmente copia e incolla sul tuo file Excel o Word che contiene i testi dei post.

 

Hootsuite, Postpickr e altre piattaforme per la programmazione dei post

Hai fatto il piano editoriale per tutto il mese e vuoi programmarlo in anticipo, in modo che i tuoi post siano pubblicati in automatico? Puoi farlo in maniera semplice e immediata tramite una delle tante piattaforme che esistono, come ad esempio Hootsuite e Postpickr che sono molto intuitive e offrono la possibilità di programmare lo stesso post su più social.

 

Come hai potuto vedere, sono tantissimi i vantaggi che può darti un profilo Instagram aziendale, ma è necessario che alla base dei contenuti che decidi di pubblicare ci sia una strategia ben precisa. Se hai bisogno di una consulenza, affidati a una Web Agency specializzata come Matic Web.

Call Now Button